Fontana dei giardini di Viale Tiziano, Roma

15 Lug. 2017

Festeggiata ieri l'ultimazione del restauro donato da mecenati dei Paesi Bassi, a risarcimento degli atti vandalici dei tifosi olandesi, nel febbraio 2015

Questo intervento è stata la seconda occasione di interscambio tra maestranze olandesi e noi. Il primo intervento, che ha visto un maggiore impegno del nostro gruppo, è stato il restauro della Fontana delle Api ultimato a giugno.

La Fontana di Viale Tiziano era stata praticamente frantumata dalla caduta di un grande pino, durante un violentissimo temporale nella notte del 6 marzo 2015.

L’elemento di maggior interesse di questo manufatto è che l’intera struttura, realizzata tra il 1930 e il 1933, è stata costruita in conglomerato cementizio, armato con tondini e grappe in ferro; lo stesso materiale usato per i sedili che la circondano.

Il progetto dell’intervento portato a compimento in questi giorni è stato predisposto dalla Sovrintendenza Capitolina e le soluzioni operative, soprattutto per le parti da ricostruire, hanno coinvolto i tecnici e i restauratori della Meesters In. Ai nostri Doretta Mazzeschi e a Marco Santancini è invece toccato il compito di restaurare la vasca superiore con il suo coronamento, e di collaborare alla logistica di cantiere e di rimontaggio.

Si è potuto così osservare la modalità di deposito del calcare sulle superfici del cemento, che mostravano le stesse morfologie rintracciate sulle fontane storiche, come Fontana di Trevi o Fontana dei Quattro Fiumi. Si è dovuto trovare un sistema meccanico di rimozione che consentisse l’eliminazione delle concrezioni senza intaccare la struttura cementizia, molto più fragile.

Le operazioni di rimontaggio delle parti ricostruite e la verifica del funzionamento idrico sono stati momenti interessanti, delicati e, perché no, anche divertenti.

Ultima fase: la protezione di bordo vasca e sedili con antigraffito, la sistemazione dell’area di rispetto e la sistemazione dei fiori per l’inaugurazione, arrivati direttamente dall’Olanda.

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Dott.ssa Anna Maria Cerioni, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

PROGETTAZIONE, RILIEVO E RESTITUZIONE 3D

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

ALTA SORVEGLIANZA

Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio del Comune di Roma, Dott.ssa Antonella Neri

IMPIANTO IDRICO

Dipartimento S.I.M.U., U.O. Impianti tecnologici

RICOSTRUZIONI E RIMONTAGGIO

Meesters In

RESTAURO DELLE PARTI ORIGINALI

CBC Conservazione Beni Culturali, Roma